Crea sito
Facebook 


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


50annidibasket


Il saluto di Manuela Raffaele alla Rescifina

Le parole del playmaker della Rescifina Messina rivolte a dirigenti, staff e compagne:

Volevo ringraziare la società Rescifina, dirigente e allenatore per l'opportunità che mi avete dato di giocare di nuovo anche se per poco...mi avete accolto da subito come una famiglia...mi sono divertita tanto e ho riprovato quelle emozioni che mi mancavano da un anno e mezzo..e ringrazio VOI RAGAZZE perchè siete un gruppo fantastico..

 
Cuore e grinta non bastano alla Rescifina. Le peloritane cedono negli ultimi possessi a Ragusa

Le ragazze di Tonino Interdonato con l’innesto delle Under 16  Kalach e Rescifina vanno avanti nell'ultimo quarto a tre giri di lancette. Determinante per il successo ileo i 26 punti di Stroscio.

Non riesce il colpo in terra ragusana alla Rescifina Messina che, sul parquet del PalaMinardi di Ragusa, getta il cuore oltre l'ostacolo ma paga dazio alla sirena lunga alla Virtus Eirene, vittoriosa col punteggio di 70-66. La situazione di classifica rimane positiva per le ragazze di Tonino Interdonato che, nel torneo di serie B Femminile sono terze appaiate alle cugine del Cus Unime e alla stessa Eirene Ragusa, con le messinesi che sono riuscite a mantenere il vantaggio con quest'ultima nella differenza canestri degli scontri diretti. Nonostante la squadra si sia presentata a Ragusa senza Manuela Raffaele (trasferitasi per motivi di lavoro) e Giulia Borgia, contro le virtussine di coach Baglieri la partita è stata molto equilibrata e combattuta con un massimo vantaggio ragusano toccato sul più dieci (48-38 ad inizio terzo quarto) ma in questo frangente la Rescifina ha alzato l'intensità ed è tornata a pressare con le giuste motivazioni in difesa, recuperando prontamente il gap. Sempre incollate nel punteggio la gara è diventata molto bella nei cinque minuti conclusivi: Messina, spronata dal suo coach, toccava il più due col primo vantaggio della serata sul 59-61, subito ribaltato dalla tripla di una scatenata Stroscio. La Rescifina pareggiava nuovamente a quota 62 ma sbagliava successivamente i quattro tiri liberi del nuovo vantaggio (sono stati tanti i tiri dalla lunetta per entrambe le parti con una migliore percentuale delle ragusane). Ottime le indicazioni in difesa per coach Interdonato con diverse palle recuperate dalle proprie ragazze. Tra le singole da citare l'ottimo esordio della bielorussa Sofiya Kalach e di Anna Rescifina. Consueta firma sul tabellino di Vento
Sabato al Palatracuzzi per il secondo turno del girone di ritorno arriva l’Alma (palla a due ore 17,30), gara non semplice contro la squadra delle ex Rosalia Romeo e Sofia Guerrera, ma il gruppo verde azzurro proverà ad offrire una nuova prestazione di carattere davanti al pubblico amico e ripartire di slancio in classifica.      

Eirene Ragusa-Rescifina Messina 70-66
Ragusa: Cardullo 2, Guastella, Gatti, Olodo, Gurrieri, Stroscio 26, Occhipinti 2, Bucchieri 7, Trovato 8, Savatteri 16, Mallo. All: Baglieri
Rescifina: Marchese 10, Turiano, Kalach 15, Davì 5, Re. Melita, Giordano 10, Ra. Melita, Cosenza 7, Rescifina 5, Spadaro 3, Vento 14. All. Interdonato

 
L’Under 16 della Rescifina Messina festeggia il nuovo anno con due amichevoli contro la Lumaka Rc



Le atlete peloritane della selezione Under 16 hanno chiuso il 2018 e aperto il 2019 disputando due amichevoli contro la Lumaka Reggio Calabria, principale società di riferimento per il settore rosa nella città calabrese. Le due compagini si sono affrontate dapprima il 30 dicembre a Reggio Calabria nella splendida struttura del PalaLumaka, impianto di proprietà gestito direttamente dalla società biancorossa con l’ausilio del dirigente reggino Sandro Attinà. In un’atmosfera molto amichevole la gara, che pur non metteva punti in palio, ha però riservato lo stesso spirito di una gara di campionato, offrendo svariati spunti tecnici interessanti. La Lumaka si è presentata all'appuntamento con qualche assenza di troppo per via di mali di stagione e con l’esperto coach Gaetano Gebbia in panchina. La partita ha regalato ritmi intensi con la Rescifina che è partita molto bene, costruendo un vantaggio che è stato incrementato dalle ragazze di Lilia Malaja ulteriormente in ogni quarto. Il punteggio finale ha visto Messina imporsi per 67-35.Le squadre si sono ritrovate il 3 gennaio, questa volta al PalaTracuzzi, la Lumaka ha presentato per l’occasione in panchina il tecnico Luca Laganà con al fianco il dirigente Attinà. Il freddo nella struttura peloritana non ha frenato le ragazze in campo.

Le due squadre si sono affrontate senza timori reverenziali e anche a Messina si è visto un ottimo gioco da ambo le parti. La Rescifina ha vinto l’incontro per 70-41. Nel dopo gara di entrambi gli appuntamenti si è tenuto un simpatico “terzo tempo” offerto dai dirigenti delle società di casa.

Questo il commento del dirigente responsabile del settore giovanile della Rescifina Paolo Pellicciaro: “Le ragazze mostrano continui miglioramenti tecnici e fisici, oltre il massimo impegno nell’assimilazione dei nuovi schemi del coach. La società punta fortemente su questo nucleo di ragazze che da anni giocano insieme, il lavoro paga e i primi risultati ripagano lo staff tecnico capeggiato da Lilia Malaja che sapientemente si sta dividendo tra campionati giovanili (U 13-14 e 16) il minibasket   e gli impegni in calendario co CTF e Progetto Tecnico Regionale”.

Questo il pensiero conclusivo di Lucio Laganà, tecnico della Lumaka: “Abbiamo da tempo instaurato ottimi rapporti con la Rescifina Messina, oggi abbiamo l’esigenza di fare giocare le nostre ragazze perché in Calabria per mancanza di numero di squadre non è possibile sostenere impegni con squadre di pari categoria o anche più forti di noi. Ben vengano queste occasioni e sfruttiamo favorevolmente i nostri buoni canali di reciprocità con altre realtà siciliane pur di fare giocare le ragazze che durante l’anno sostengono test anche contro compagini maschili. Non è però la stessa cosa. Queste amichevoli dimostrano che il settore femminile esiste e vuole espandersi ma, specie in Calabria deve coesistere con oggettive difficoltà numeriche”.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 13