Crea sito
Facebook 


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


Banner


50annidibasket


La Rescifina non ha problemi con l'Ad Maiora. Terzo posto a fine girone d'andata

Gara sostanzialmente mai in discussione al PalaTracuzzi per la Rescifina Messina che, nella nona ed ultima giornata del girone d'andata del torneo di serie B Femminile, ha chiuso al meglio il proprio 2018. superando per 63-42 l'Ad Maiora Ragusa. Le ragazze di Tonino Interdonato difendono la terza piazza dagli assalti di Cus Unime ed Eirene Ragusa ed in classifica si trovano a due affermazioni di distanza dalle inarrestabili Alma Patti e Rainbow Catania. Lo staff tecnico peloritano sfrutta la gara per concedere spazio a tutte le giovanissime che hanno ben risposto quando impiegate sul parquet. Esordio in stagione per la giovanissima Turiano e seconda convocazione per Anna Rescifina in una gara che soltanto nel primo quarto ha visto le due squadre separate da pochi punti. Il terzo posto rappresenta sicuramente un motivo di orgoglio per un gruppo giovane che non ha l'assillo della vittoria ma che a questo punto cercherà con la massima convinzione di provare ad ottenere il piazzamento playoff. Buon bottino personale per Vento (17 punti ed a lungo in panchina nel secondo tempo), Marchese e Spadaro.

Nelle fila di Ragusa, ancora ferma al palo con zero successi, buoni movimenti per Schembari (16 per lei). Il parziale di 19-5 nel terzo quarto ha decretato la vittoria delle padrone di casa che adesso staccheranno leggermente la spina per poi puntare nel nuovo anno a ritornare in campo con identica combattività. A fine gara questa l'analisi generale del cammino della Rescifina da parte del coach Tonino Interdonato: "Il nostro girone d'andata è stato condizionato tra alti e bassi, oggi abbiamo riscattato la sconfitta di Priolo dove potevamo però fare meglio. Le difficoltà nascono dagli allenamenti con l'assenza di Borgia cui saimo vicini. I dodici punti rappresentano un buon bottino e vorremmo replicarlo nel ritorno anche se non sarà facile. Negli ultimi quindici minuti hanno ben giocato le quindicenni Turiano e Anna Rescifina oltre a Renata Melita. Poi abbiamo preso il largo e gestito i cambi con facilità. Per il futuro immediato spero di recuperare tutte le effettive ed allenarci al meglio, il lavoro ci consentirà di raggiungere i playoff nel nuovo anno. Sarà la classifica a decretare la parola finale ma entrare tra le prime quattro non è semplice con sei squadre almeno su un buon livello e con le sole Virtus Trapani e Ad Maiora attardate come livello tecnico". La Rescifina adesso tornerà in campo sabato 2019 al PalaMinardi di Ragusa sul parquet dell'Eirene Ragusa, match difficile che potrà confermare le qualità del gruppo peloritano.

Rescifina-Ad Maiora Ragusa 63-42
Parziali: 15-13; 28-17; 47-22; 63-42
Rescifina: Raffaele 7, Marchese 8, Cosenza, Spadaro 7, Melita Raffella 7, Davì 4, Rescifina 4, Vento 17, Giordano 5, Melita Re. 3, Turiano 1. All: Interdonato
Ad Maiora: Firrito 6, Sammartino S., Amarù, Di Martino, Gurrieri 6, Spitaleri 4, Gulino 6, Schembari G., Sammartino S. 4, Schembari A. 16. All: Leggio
Arbitri: Miragliotta e Brusca di Palermo

 
La Rescifina Messina serve il pokerissimo e tallona le prime. Vittoria in rimonta sulla Virtus Trapani

Pronto riscatto per la Polisportiva Rescifina Messina che sul parquet amico del PalaTracuzzi completa una settimana positiva, condita anche dal successo conseguito dalla formazione giovanile under 16, cogliendo un'ulteriore affermazione con la prima squadra contro la Virtus Trapani. Nella settima giornata del campionato di serie B Femminile la squadra peloritana ha superato il fanalino di coda del girone nonostante una prestazione altalenante e centrando il quinto sorriso stagionale. Gara che inizia con il minuto di silenzio in ricordo della madre di Giulia Borgia, assente il play pattese alla quale va la vicinanza espressa da compagne e società, spentasi nel week end e Rescifina col lutto sulla divisa da gioco. Nel primo quarto la Rescifina cerca d'imbrigliare il gioco ospite e la verve al tiro di Elena Marchese (quattro triple nel solo primo quarto, saranno sei alla fine per lei) spinge le compagne su un ottimo punteggio di 18-7 alla prima sirena. La partita come nelle previsioni sembra già in discesa ma la Virtus, nove le atlete a referto in riva allo Stretto e con qualche assenza tra le ragazze più esperte, riesce a ribaltare la situazione con un break di 22 punti che la issa sul 27-29 a metà gara. In questa fase la difesa della Rescifina non stringe abbastanza le maglie difensive con le ragazze di casa consapevoli del maggiore tasso tecnico a propria disposizione e facendo probabilmente fin troppo affidamento di poter risolvere la sfida in attacco.Alla ripresa gara vibrante col merito delle ragazze di coach Cardillo nel confermarsi intraprendenti e sfruttare i 48 punti segnati sui 50 di squadra dal quartetto composto da Magaddino, Mirrione, Messana e Parrinello. Nel momento più difficile la Rescifina va sotto di cinque punti ma ha la forza di ribaltare l'inerzia e riportarsi in scia al 30' (punteggio di 40-43).

Nell'ultimo quarto la Rescifina fa valere il pronostico, gioca con maggiore scioltezza ed ordine, trovamdo i giusti scarichi in attacco e tiri congeniali con lo staff tecnico guidato da coach Interdonato che per tutto l'incontro ha anche potuto ruotare l'intero organico. L'high stagionale di Marchese (22 punti), le doppie cifre sfiorate da Raffaele, Cosenza e Giordano spianano la strada al successo alla Rescifina che alla sirena finale vince col punteggio di 63-50 contro una Virtus combattitva e generosa. Il successo porta a meno due punti le peloritane dal duo di testa (12 punti) composto da Rainbow e Alma Patti. Domenica penultimo appuntamento del girone d'andata con l'impegno in casa della Trogylos Priolo prima della chiusura della fase ascendente del torneo contro l'Ad Maiora Ragusa. Due sfide che potranno chiarire maggiormente se la Rescifina può sognare legittimamente l'accesso alle prime quattro posizioni valide per i playoff.

Rescifina Messina – Virtus Trapani 63-50
Parziali: 18-7, 27-29, 40-43
Rescifina Messina: Raffaele 9, Vento 5, Denaro, Spadaro 8, Giordano 8, Marchese 22, Codagnone, Cosenza 9, Davì, Melita 2. All. Interdonato
Virtus Trapani: Lombardo 2, Poma, Lorentino, Magaddino 14, Mirrione 10, Messana 10, Anselmo, Parrinello 14. All. CardilloArbitri: Puglisi e Foti

 
La Rescifina under 16 sbanca Priolo e rimane in vetta alla classifica

Terzo successo consecutivo per la selezione Under 16 della Polisportiva Rescifina Messina che nello splendido scenario del PalaEnichem di Priolo ha superato a domicilio col punteggio di 57-52 le ragazze biancoverdi della Nuova Trogylos. La squadra peloritana non si nasconde e punta a recitare una stagione di vertice con il proprio coach Lilia Malaja che può mantenere l’imbattibilità stagionale dopo i successi conseguiti contro le compagini catanesi della Sales e della Rainbow. La sfida alle atlete siracusane rappresentava la classica partita dell’ex per Arianna, la figlia del tecnico priolese, che ha giocato a Messina con la formula del prestito le finali nazionali 2018. Gara però che non era partita nel migliore dei modi. Infatti si registrava un primo quarto sottotono per le ospiti contro un’attenta ed ordinata difesa di casa che complicava i piani della Rescifina Messina, capace di cambiare l’inerzia della sfida a partire già dal secondo quarto grazie ad alcuni cambi nel quintetto e modifiche operate negli schemi d’attacco che originava una lenta ma inesorabile rimonta locale.

Il pareggio arrivava nel terzo quarto in una fase della intesa e appassionante. Conclusione caratterizzata da un ultimo quarto molto dinamico, la Rescifina difendeva bene e colpiva in transizione grazie ad una panchina più lunga rispetto a Priolo che di contro accusava meno rotazioni ed il fiato corto. Doppia cifra di vantaggio a due minuti dalla fine raggiunta dalle ospiti che però vedevano dimezzato il proprio vantaggio in un solo minuto di gioco. Alla fine Messina conduceva in porto una meritata e importante vittoria su un campo non semplice, legittimata da una conclusione da fuori della Rescifina a fronte delle tre delle locali. La prossima sfida è in programma domenica 9 dicembre al Tracuzzi contro Giarre, autentico prologo al big match di martedì 11 sempre in casa contro l’Eirene Ragusa, la contendente designata alla lotta al vertice.


Trogylos Priolo-Rescifina Messina 52-57
Parziali: 19-12; 32-30; 40-40; 52-57
Rescifina: Messina: Rescifina 4, Lo Giudice 4, Pellicciaro 6, Giuffrè 3, Codagnone 1, Turiano, Limosani 8, Denaro 19, Caprì 12. All: Lilia Malaja

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 13